Video di matrimonio - Quanti videomaker sono necessari per riprendere un Wedding Film?

Il numero di videomaker di cui avvalersi per documentare il proprio matrimonio è un scelta che può dar da pensare ai futuri sposi. È sicuramente una delle domande che viene fatta di più in fase di preventivo ed a meno che il professionista non vincoli gli sposi ad una scelta pre impostata, la decisione spetta alla fine a loro! Vediamo allora qualche variabile per prendere questa decisione con quanta più serenità e cognizione di causa possibile.

Immagine tratta da un mio video di matrimonio

Immagine tratta da un mio video di matrimonio

Considerazioni generiche

È chiaro: più si è e meglio è in questi casi. Ma ci sta una variabile che va certo considerata: quella economica. È scontato che se un professionista ci propone la presenza di più operatori a prezzi estremamente contenuti, o ci fa una promozione in cui un operatore ci viene “regalato” è intuitivo che accettare sia vantaggioso! Certo è che va sempre considerato il portfolio e la qualità del professionista che abbiamo davanti: alle volte prezzi troppo bassi possono concretizzarsi in un contenuto audiovisivo di scarsa qualità.

In ogni caso se vuoi saperne di più riguardo i costi di un Wedding Film, ne ho parlato in questo articolo!

Le variabili

Ci sono matrimoni e matrimoni ed ognuno differisce dagli altri. Ci possono essere per l’appunto matrimoni più complessi da riprendere e matrimoni più semplici. Nessun ingaggio va comunque sottovalutato a priori!

Perciò tra le variabili da considerare c’è proprio questo: quanto è articolato il matrimonio? Ci sono momenti delicati che vogliamo riprendere assolutamente per intero? Ci sono situazioni che possono rivelarsi complicate da riprendere? Ci sono eventi che si accavallano? La durata dell’evento è standard o è più lungo di un normale matrimonio?

Tutte queste sono variabili da considerare nella scelta del professionista (o dei professionisti) che documenteranno l’evento.

È importante quindi non partire prevenuti con già le idee fisse a monte, ma essere aperti a queste variabili e considerarle con obiettività. Questo per ottenere il miglior risultato possibile senza avere un’inutile dispersione di denaro.

Ma quindi: quanti professionisti sono necessari?

Nel mondo dei matrimoni, come abbiamo già visto, non esiste una verità assoluta. Ogni cerimonia, ogni ingaggio, ogni coppia sono un caso a sé stante.

Bisogna quindi valutare (utilizzando le variabili di cui abbiamo appena parlato) ogni variabile in maniera differente in base le proprie esigenze, ascoltando e dando sempre valore alle parole del professionista, che se ha un’adeguata esperienza nel settore saprà di sicuro fornire dei consigli adeguati e preziosi.

Molti professionisti operano soltanto con un assistente/doppia camera. Scelta saggia senza dubbio: si lavora più comodi e si hanno coperture nel caso un evento fosse perso dalla camera principale. Come abbiamo già detto questo si traduce inevitabilmente in un prezzo più alto rispetto una singola camera.

Se quindi si è interessati ad un professionista che opera di base in doppio, non si ha in questo caso molta scelta!

C’è da dire però che in certe cerimonie non per forza potrebbero essere necessari due operatori.

Se un professionista ha una discreta esperienza nel campo, potrebbe essere in grado di portare a termine l’ingaggio in maniera estremamente agevole anche da solo. In particolare se il matrimonio ha una durata standard e non sono previste situazioni complesse da riprendere, un singolo operatore sarebbe l’ideale.

C’è sempre da considerare di fatti il modus operandi dei singoli professionisti: un videomaker potrebbe tranquillamente comprendere che dà il meglio di sé quando lavora da solo, senza avere persone da gestire sotto di lui. Alla fine anche il Wedding Film è un’arte e per eseguirla al meglio bisogna sempre lavorare nelle condizioni che ci sono più agevoli possibile!

Se il professionista intuitivamente comprende che nella situazione specifica che ha davanti siano necessari due operatori, sarà sua premura parlarne agli sposi e valutare insieme. Nel caso non ne parlasse lui, se secondo voi possano essere necessarie due camere, fatelo presente al professionista in modo sempre da decidere insieme!

C’è poi anche il caso in cui la troupe di ripresa sia composta da due videomaker più un assistente! Di solito, in questi casi, l’assistente non è una figura che sono gli sposi a richiedere. È l’operatore stesso ad avvertirli che sarà presente.

Se poi si ha desiderio di inserire delle riprese aeree, allora quello è un altro operatore da considerare. È bene di fatti che sia un altro professionista ad occuparsi del drone, a prescindere da quanti elementi sia composta la troupe di ripresa di base.

Se quindi abbiamo scelto un’opzione in cui sono presenti 2 operatori più un assistente, sarebbe comunque bene prendere una figura aggiuntiva per il drone.

Ad esempio, nell’uscita dalla chiesa, quanto sarebbe bello avere a rallenty un piano stretto ed un piano largo del riso che cade sugli sposi mentre abbiamo anche una copertura aerea? Ve lo dico io: molto fico.

È chiaro che questo si traduce in un ulteriore costo. Ci sono però anche delle soluzioni interessanti che possano mediare la qualità con la spesa. Ad esempio se si è in due a fare le riprese ed uno dei due è anche dronista. In quel caso si sacrificherà un punto macchina dal basso per averne sporadicamente uno in vista aerea.

E c’è da dire che come soluzione è comunque ottimale. Certo, l’operatore che si divide tra la camera e il drone potrebbe (se non è molto pratico) perdere molto tempo nel passaggio da una meccanica all’altra, rischiando di non eseguire in maniera performante nessuna delle due. Se invece è esperto e rapido può essere un’ottima soluzione e non far notare neanche la differenza se al suo posto ci fosse stata una figura addetta solo al drone.

È chiaro che anche quando si prende un professionista in singola per documentare l’intero evento, questi possa avvalersi dell’uso del drone. Ma ciò comporterebbe il rischio di perdere alcuni eventi importanti mentre si è alle prese con le riprese aeree. Per tanto questa opzione non è da me consigliata. C’è sempre però da considerare l’abilità del professionista. Se è particolarmente performante e veloce riuscirà a fare tutto splendidamente, ma non senza comunque una buona dose di rischio!

Considerazioni finali

Quindi, caro lettore, spero di averti aiutato a fare un po’ di chiarezza sull’argomento. Come sempre ogni cosa che è scritta qui sopra va riadattata sul singolo caso e valutata. Perciò: ricordati di considerare sempre le variabili!