Video di matrimonio - Come riprendere un Wedding Film | Le fasi della giornata - Parte 2

La nostra analisi su come riprendere un video di matrimonio prosegue, in particolare andando a completare il discorso sulle fasi della giornata (sempre viste nell’ottica del videomaker). Se non hai ancora letto la parte precedente ti invito a farlo cliccando qui. Se invece l’hai già fatto non mi resta che augurarti un buon proseguimento, il viaggio continua!

Immagine estratta da un mio video di matrimonio

Immagine estratta da un mio video di matrimonio

Le fasi della giornata - Parte 2

L’ultima fase che avevamo analizzato nell’articolo precedente è quella della cerimonia e ci eravamo lasciati presentando le tre fasi successive. Queste sono:

  • L’uscita dalla chiesa;

  • La parte recitata;

  • Il ricevimento;

Perciò andiamo a snocciolarle per bene insieme e vediamo come affrontarle per ottenere il miglior risultato possibile!

L’USCITA DALLA CHIESA

È una fase molto delicata perchè come gli sposi metteranno piede all’esterno si scatenerà presto un gran trambusto. Potrebbe quindi essere quindi facile commettere errori se non ci si è adeguatamente preparati precedentemente. Ad ogni modo, prima di parlare nel dettaglio di come gestire la cosa, mi sento di dirti che può succedere di perdere il momento dell’uscita dalla chiesa (magari perchè qualche invitato poco delicato e un po’ sbadato si frappone tra voi e gli sposi). In quel caso, niente panico: basterà far ripetere quanto prima agli sposi l’uscita, magari bloccarli prima possibile per far si che l’entusiasmo generale non abbia completamente sfogo e se ne conservi almeno un po’. Probabilmente si verrà a creare una situazione di imbarazzo, ma verrà presto dimenticata. Non inserire l’uscita degli sposi invece è una cosa che resterà per sempre. Quindi meglio l’imbarazzo del dover ripetere il momento che quello di dire al cliente qualche settimana (o mese dopo) che quel momento non lo avete filmato. Anche se gli sposi possono fare qualche rimostranza, in realtà è per il bene del video e quindi per il loro bene. Non lo sanno ancora, ma vi ringrazieranno in futuro.

In ogni caso, veniamo a noi. L’uscita dalla chiesa va adeguatamente preparata. È bene giare qualche clip da dentro la chiesa degli sposi che si avvicinano alla porta (in montaggio sarà molto carino averla). Perciò spiegategli come devono muoversi, a che velocità andare e soprattutto dove fermarsi. Fate si che non escano se non li avete “autorizzati” o potreste perdere l’uscita spontanea.

Una volta girate le clip all’interno, andatevi a posizionare fuori e fate si che gli sposi non escano se non al vostro segnale (o a quello del fotografo, con il quale è bene essere coordinati). Se si è da soli è ovviamente importante trovare un punto buono per riprendere per bene il tutto. Personalmente, frontali credo sia un ottimo posto, perchè potrete vederli avvicinare verso di voi e nessuno si dovrebbe mettere in mezzo (anche se a volte capita qualche eccezione). Se siete in due, uno frontale e uno laterale è ottimale (per avere riprese larghe e strette da due angolazioni).

Sarà un bel momento e renderà molto se riuscirete a trovare la giusta luce, magari con una ripresa a ralenty. Il riso che scende piano piano in una pioggia controllata e il sorriso degli sposi si intrecceranno alla perfezione. Una volta passato questo momento, è molto bene riprendere le varie congratulazioni. Non sempre sono funzionali al montaggio, ma meglio averle e non usarle che doverle usare e non averle, giusto?

LA PARTE RECITATA

Di norma è proprio in questo momento che ha luogo (cioè dopo l’uscita dalla chiesa). Ci possono essere però delle eccezioni. Ad esempio un matrimonio che ha luogo di mattina ad agosto. Vi trovereste a dover fare delle riprese con la luce di mezzogiorno addosso. Frustrante per il caldo e a livello di resa estetica molto complicato. In quel caso sarebbe bene (se possibile) rimandare questa fase verso l’orario del tramonto, quando la luce potrà offrire dei colori meravigliosi che valorizzeranno di molto le riprese.

In ogni caso, da quando le congratulazioni sono state fatte e gli ospiti si cominciano ad avviare al ricevimento, avrete gli sposi disponibili di solito per un oretta. A volte più a volte meno. Se siete in due o più, è conveniente che uno vada al ricevimento a riprendere l’accoglienza. Se siete soli, non avete scelta: gli sposi hanno priorità.

Per “parte recitata” intendo quella che per i fotografi è la fase degli “scatti di posa” e quindi quando non vi limiterete a cogliere i momenti, ma andrete concretamente a crearli. Questa fase è cruciale perchè è quella che alza di molto il livello del video del matrimonio se fatta bene. Oppure può andare a danneggiarlo se fatta male o addirittura assente.

Per il dove, di solito ci si mette d’accordo. Se il fotografo conosce un buon posto e voi no, fidatevi del suo giudizio. Se il posto non vi piace potrete sempre sceglierne un altro. In ogni caso sarebbe sempre bene arrivare sul posto con un’idea almeno generica di dove si è e di dove si potrebbero portare gli sposi, anche se di solito se il fotografo non conosce la zona ed il videomaker neanche sono gli sposi stessi in maniera molto naturale ad indicare dei posti nei quali avrebbero piacere di essere ripresi.

Sarebbe bene riuscire a salire in macchina con gli sposi per cogliere fin da subito qualche momento, ma non sempre questo è possibile. Una volta arrivati sul posto iniziate a dare spazio alla creatività, perciò alternandovi con il fotografo date direzioni agli sposi. Cercate sempre la giusta luce e le giuste inquadrature, ed acquisite un numero di varie situazioni più elevato possibile. Fateli camminare e riprendeteli da dietro, da davanti, da di fianco, in piani stretti, in piani larghi. Fateli abbracciare, baciare, giocare tra di loro e con il bouquet. Interagite con l’ambiente e se possibile non soffermatevi su un solo luogo.

Una volta portate a casa queste riprese, il grosso del lavoro sarà fatto. Ma non adagiatevi troppo: c’è ancora da correre!

IL RICEVIMENTO

A questo punto starete lavorando da qualcosa come 4/5 ore se non di più. Ciò vuol dire che potreste volervi prendere una pausa ma non è ancora il momento. C’è infatti prima da riprendere l’arrivo degli sposi alla villa. Una volta fatte le riprese recitate, cercate di arrivare al ricevimento con più anticipo possibile sugli sposi. Questo per acquisire materiale in abbondanza dell’aperitivo. Può succedere che gli sposi tardino ad arrivare, quindi questo tempo prezioso può essere sfruttato a vostro vantaggio. Se invece gli sposi arrivano insieme a voi o poco dopo di voi, a loro va subito tutta la vostra attenzione. Il ricevimento e la location possono aspettare.

Riprendeteli che escono dalla macchina e si avviano alla location. L’ingresso degli sposi alla villa può essere un altro momento suggestivo del video del matrimonio quindi dedicatevici con attenzione e se necessario facendo ripetere la camminata anche un paio di volte per avere più inquadrature.

Una volta che gli sposi sono stati ricevuti nella villa non vi resta che documentare le loro interazioni. Successivamente, quando avete materiale a sufficienza, dedicatevi alla location ed al contorno. È bene avere piani larghi e dettagli della villa e la stessa cosa per il banchetto, gli invitati e l’eventuale band.

Quando avrete ripreso tutto ciò allora potrete concedervi qualche minuto di pausa ma dedicando sempre la vostra attenzione agli sposi. Questo perchè eventi imprevisti e interessanti che potrebbe accadere non vanno persi anche perchè gli sposi potrebbero richiederli in futuro.

Prima dell’accomodarsi degli ospiti nella sala del pranzo (o della cena) riprendete per bene la location vuota. Sia in piani larghi che in dettagli (bicchieri, fiori, bottiglie, scritte). È consigliabile anche dedicare delle riprese alle liste dei tavoli, in montaggio sarà carino averle!

Durante la cena non occorre essere opprimenti ma riprendere solo il necessario. Fare quindi dei piani sia stretti che larghi degli ospiti mentre si accomodano e dopo che si sono accomodati, e dedicare qualche ripresa alle pietanze prima che verranno consumate sarà più che sufficiente. Per il resto, è consigliabile riprendere fiato, ricaricare le energie e godersi il pasto (di solito vi viene assegnato un tavolo defilato apposta per voi). Tutto questo sempre se non ci siano dei discorsi da parte degli invitati durante il pasto. In questo caso sarebbe bene averli, preferibilmente dopo aver adeguatamente microfonato la persona che eseguirà l’intervento.

Prima che la cena sia conclusa e che gli ospiti escano, sarebbe bene avvantaggiarsi e dedicare delle riprese all’allestimento del buffet dei dolci. Questo perchè quando gli ospiti ci arriveranno non avrete pù possibilità di riprenderlo per bene.

Della fase dei dolci ciò che ha priorità assoluta è il taglio della torta. Se necessario confrontatevi con lo staff della villa per posizionare la torta in un punto che sia ben illuminato (soprattutto se il tagloi lo si fa in esterna). Cercate di fare piani sia larghi che stretti di questo momento per avere poi in montaggio più varietà possibile.

Una volta quindi ripresa la torta, il buffet dei dolci, gli ospiti, non resta quindi che la fase dei balli. È molto bene averla perchè può essere un ottima conclusione del wedding film ed è un po’ la ciliegina sulla torta della fase del ricevimento. In questa fase poi ci può essere anche il lancio del bouquet, ma non accade sempre. Rimanete fin quando c’è qualcosa da rirpendere e solo quando sarete sicuri di aver ripreso tutto, ma proprio tutto, potrete preparare le vostre cose, salutare gli sposi e lasciarli ai loro festeggiamenti.

CONSIDERAZIONI

Con ciò concludiamo il discorso su come riprendere i video di matrimoni inerente le fasi della giornata. Ci sono però ancora molti altri aspetti da considerare su come riprendere un Wedding Film, ma li analizzeremo un’altra volta. Per adesso vi mando un saluto, a presto!